THE END- TRILOGIA DELLA FINE

project Strasse and Lotte van den Berg concept F. De Isabella e Sara Leghissa created by F. De Isabella, Sara Leghissa in collaboration with Lotte van den Berg with Marco D’Agostin dramaturg support Valentina Cicogna promotion Giulia Messia, executive production Eleonora Cavallo
a production by Strasse co-production by FOG Triennale Milano Performing Arts and Strasse with the sustain of Next - Laboratorio di idee per la produzione e distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo di Regione Lombardia in collaboration with Third Space (Amsterdam). THE END has received a Writing aid by the IN SITU platform, in the frame of the ACT project, co-funded by the Creative Europe Programme of the European Union.
Strasse is associated artists at Triennale Teatro dell'Arte in Milano for the period 2017/2019


“Come le persone ti adorano, finiscono anche di adorarti. […] Non provieni da niente, non arriverai a niente. Guidi, facendo passare il tempo. Adesso sei qui. Sono le 7:43. Ora sei qui. Sono le 7:44. Ora stai andando.”
Synecdoche NY, Charlie Kaufman

“E poi abbiamo cominciato a finire. Boh, perché lo senti, secondo me lo senti molto tempo prima della fine, quando una cosa sta per finire. Poi tutto il resto continuerà ad andare avanti, io continuerò a vedere altre persone, lui continuerà a vedere altre persone, la 90 continuerà a girare sulla circonvallazione, la gente continuerà a uscire, divertirsi, andare a lavorare.”
(messaggio vocale dal whatsapp di un* amic*)

Lo spazio pubblico è il luogo della ricerca artistica di Strasse e di Lotte van den Berg. Il loro incontro ha generato THE END- TRILOGIA DELLA FINE, un documentario di osservazione, senza telecamera. Lo spettatore, camminando per la città, è invitato a guardare alcune scene, adottando un punto di vista preciso che guida e orienta il suo sguardo. Attraverso una serie di finali estratti dalla vita quotidiana del luogo, i partecipanti sono immersi in situazioni reali, trovandosi dall'inquadrare immagini di movimenti di massa a momenti più intimi e personali.

La trilogia della fine è una ricerca sul tempo e sulla sua materializzazione.
È un invito ad assistere a tre appuntamenti con la realtà, che accadono in momenti precisi della giornata, a prescindere da noi. Strasse si cala nella vita quotidiana di un luogo alla ricerca di questi finali possibili, creando una serie d’inquadrature oggettive, alle quali potrebbero seguire i titoli di coda: nonostante i suoi confini siano difficili da vedere, esiste sempre un punto da cui puoi guardare la fine.
The End è un invito al pubblico a considerare come il momento della fine si leghi alla nostra capacità di percepire il tempo: il tempo della fine è un tempo di trasformazione percepibile, in cui la transizione da uno stato ad un altro appartiene alla ciclicità degli avvenimenti, che si compiranno comunque, inevitabilmente, con o senza il nostro arrivo.

ENG

THE END- A TRILOGY ON ENDING


“As the people who adore you stop adoring you; […] Not coming from any place, not arriving any place. Just driving, counting off time. Now you are here, at 7:43. Now you are here, at 7:44. Now you are gone.”
Synecdoche, New York, Charlie Kaufman

“And then we started ending. I mean, you can feel it, I think you feel it long before the end, that something is about to end. And all the rest will go on, I will see other people, he will see other people, the bus number 90 will keep on travelling along the ring road, people will go out, have fun."
A whatsapp vocal message from a friend.

Urban space is the place where Strasse’s and Lotte van den Berg’s artistic processes intersect. The Milan-based collective develops site-specific projects using the language of cinema as a filter to create frames of everyday life; the Dutch director is engaged in a research on the relationship between the planes of physical reality and of imagination. This encounter has led to the creation of THE END.

Strasse, in collaboration with Lotte van den Berg, create a performance which occupies the public space, a documentary of what is observed, without a camera. The spectators, walking through the city, are invited to look at certain scenes, adopting a precise point of view, which guide and orient their gaze towards a series of endings extracted from everyday life. The participants are immersed in scenes which take place in the city, moving from frames of mass action to more intimate and personal moments.

The end trilogy is a research on time and its materialisation.
It's an invitation to three appointments with reality, happening at specific moments of the day, regardless of us. Strasse explores the everyday life real life of a place seeking this possible endings, creating a series of objective shots, that could potentially be followed by final credits: even though its perimeter is hard to be defined, there is always a point from where you can look at the end.
The End invites the audience to consider how the moment of the end is connected to our ability to perceive time: the ending time is a time of discernible transformation, in which the transition from one state to the other belongs to the cyclicality of events that will, nevertheless, inevitably unfold, whether we get there or not.

2017

THE END- TRILOGIA DELLA FINE
PREMIERE
22-23-24/09/2017> Terni festival

2018

THE END- un altro modo per dire la fine
Produzione e formato speciale per Triennale Teatro Dell’Arte di Milano

PREMIERE
3-13 aprile> Triennale Teatro dell'Arte> Milano
www.triennale.org

THE END- TRILOGIA DELLA FINE

Strasse feat Lotte van den Berg
14-15 settembre> Short Theatre - Roma
www.shorttheatre.org

THE END- A TRILOGY ON ENDING
Strasse feat Lotte van den Berg
23-25 agosto> Far Festival - Nyon
www.festival-far.ch

THE END- TRILOGIA DELLA FINE
Strasse feat Lotte van den Berg
18-20;26-27 luglio> Bolzano Danza
www.bolzanodanza.it

2019

THE END- A TRILOGY ON ENDING
Strasse feat Lotte van den Berg
14-22 giugno> Oerol Festival - Terschelling
www.oerol.nl